Bonus casa e agevolazioni fiscali per la ristrutturazione sono cumulabili?

Pubblicato il 16/11/2021

Recentemente l’Agenzia delle Entrate ha affrontato un argomento molto interessante: le detrazioni fiscali e i Bonus per la casa sono cumulabili? Nello specifico, attraverso la risposta n. 769/2021 l’Ente ha chiarito che di Ecobonus e Ristrutturazione edilizia si può usufruire insieme: se, da una parte, una società di costruzione beneficia del Bonus per l’efficientamento energetico, dall’altra anche l’acquirente ha diritto alla detrazione sul prezzo di vendita.

Ecco perché.

Il caso in esame

A rivolgersi all’Agenzia delle Entrate è un’impresa che vuole realizzare su un edificio di sua proprietà alcuni interventi di efficientamento energetico (sostituzione degli impianti di climatizzazione, installazione di pannelli solari, fornitura e posa di nuove finestre e cappotto termico) e altri interventi di ristrutturazione edilizia.

Mentre sui primi ha diritto all’Ecobonus, che è una detrazione sia Ires sia Irpef, sui secondi invece non avrebbe diritto ad alcuna agevolazione, perché il Bonus ristrutturazioni, essendo una detrazione solamente Irpef, non le spetta.

La domanda allora è: il Bonus ristrutturazioni può essere goduto dai futuri acquirenti delle singole unità immobiliari sulle quali saranno effettuati gli interventi?

Sì al cumulo fra Ecobonus e Bonus ristrutturazioni

Come abbiamo anticipato, l’Agenzia delle Entrate ha dato risposta affermativa, affermando che il cumulo delle due diverse agevolazioni non rappresenta un vantaggio fiscale indebito.

La società beneficerà dell’Ecobonus in queste percentuali in base al tipo di lavori:

  • sostituzione impianti di climatizzazione: detrazione del 65% sulle spese sostenute
  • installazione di pannelli solari: detrazione del 65% sulle spese sostenute
  • fornitura e posa di nuove finestre (comprensive di infissi): detrazione del 50% sulle spese sostenute
  • realizzazione del cappotto termico: detrazione del 65% sulle spese sostenute.

Agli acquirenti delle singole unità abitative spetterà invece il Bonus ristrutturazioni che consiste nella detrazione Irpef del 50% calcolata sul 25% del prezzo pagato, con un limite massimo di spesa pari 96mila euro.

di Laura Fabbro